Le cinture rappresentano innegabilmente un accessorio molto importante, sia per l’uomo che per la donna, anche se generalmente l’uomo utilizza le cinture senza quell’accento estetico che è invece tipico della donna, che ricerca con attenzione e dovizia di particolari accessori che si abbinino tra di loro e che creino, nel contesto della propria figura, uno stile armonioso e delicato.

Le cinture, quindi, non sono solo un accessorio utile per permettere di stringere i pantaloni, ma spesso vengono indossate anche secondo uno specifico gusto estetico: ecco che oggi, in commercio nei vari negozi, si trovano infatti cinture di ogni tipo, di ogni materiale, forma, decorazione e colore, per soddisfare le aspettative e le esigenze di tutti, uomini, donne, addirittura bambini e bambine.

All’interno di queste stesse categorie, non sarà difficile trovare l’uomo che preferisce la cintura classica e quello che, invece, ama osare con i colori ed i modelli, e lo stesso vale per la donna, spesso molto più attenta alla ricerca di dettagli, e quindi molto più interessata all’acquisto di cinture artigianali.

Queste ultime, infatti, rappresentano un dettaglio fondamentale di classe, stile ed eleganza, ma soprattutto di unicità: mentre le cinture che vengono acquistate nei negozi possono essere in qualche modo acquistate da tutti, farsi confezionare delle cinture artigianali è indice di classe ed unicità, perché le cinture artigianali, proprio perché prodotte dalle sapienti mani dei maestri e degli artigiani, sono sintomo di rarità ed unicità.

Uniche nello stile, nel genere, nel taglio e spesso anche nei colori, le cinture artigianali possono essere fatte di pelle: pitone, coccodrillo, cavallino, patchwork, cuoio toro, anguilla,  cuoio intrecciato, pelle traforata, camoscio, struzzo, spazzolate, martellate, lavorata a cocco… in materiali comunque sempre pregiati e delle tinte e dei modelli che si preferisce: le cinture artigianali, infatti, sono uniche nel loro genere ma gli artigiani sanno sempre ascoltare le esigenze e le necessità di chi le acquista.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + 4 =